Museo Gianetti -Biancaneve
Lunedi, 07 Novembre 2016
Biancaneve

Il Museo della Ceramica, in occasione della settimana dedicata ai diritti per l’infanzia, sabato 12 novembre alle ore 18.00 inaugura Biancaneve, mostra nella quale saranno presenti le ilustrazioni originali di Michelangelo Rossato, giovane e promettente artista che si è dedicato in particolare all’illustrazione per l’infanzia.

 

Il mio interesse per i classici della letteratura per l'infanzia nasce dalla profonda convinzione che studiare la fiaba, così come il mito, non significa cullarsi nella nostalgia del passato, ma ha lo scopo di ricercare e far riemergere oggi quelle radici profonde, archetipiche, universali e umanamente condivise che possono aiutarci a comprendere da dove veniamo, chi siamo, e dunque dove ci porterà il futuro e in che modo vogliamo viverlo”. Spiega l’illustratore

 

Michelangelo Rossato, nasce nel 1991 vicino a Venezia e fin da bambino ha sempre avuto un grande amore per le immagini dei libri, soprattutto le illustrazioni delle fiabe classiche. Tra i suoi  primi ricordi ci sono le incisioni di Dorè delle fiabe di Perrault e una splendida Biancaneve illustrata da Kubasta.


Dopo la maturità classica si interessa all’illustrazione per l’infanzia, frequentando i corsi della Scuola di Illustrazione Ars in Fabula di Macerata.

Nel 2014 si diploma in Illustrazione all’Accademia di Belle Arti con una tesi riguardante il legame tra fiaba e società matriarcali. Rossato si occupa di attività didattiche per bambini e adulti dedicate al libro illustrato e alla letteratura per l'infanzia. Inoltre, collabora con Ars in Fabula - Scuola di Illustrazione.

 

Michelangelo alla sua prima pubblicazione del libro Biancaneve, edito da Il Gioco di Leggere Edizioni, regala, fin dalle prime pagine, immagini intense che catturano lo sguardo anche del più distratto lettore.

L’artista,  con occhi nuovi, ed il suo tocco originale reinterpreta una delle più conosciute, amate  ed incantevoli fiabe dei fratelli Grimm. Le illustrazioni riprendono antichi simbolismi legati alla madre Natura e riti iniziatici: le fasi della luna, le età dell'esistenza, la ruota delle stagioni che danzano e si scontrano - come le madri e le figlie - in una eterna storia di rinascita e trasformazione.

 

Domenica 13 novembre alle ore 16.00 incontro con l’artista, aperto a tutti. “Siete certi di conoscere la vera storia di Biancaneve?”.  L’incontro sarà incentrato sui simboli ed i riti iniziatici relativi la fiaba di Biancaneve:

 

Biancaneve può essere letta come una fiaba lunare. Se leggiamo il testo dei Grimm fra le righe possiamo cogliere degli indizi che evocano la ciclicità della natura e la sua danza di vita, morte e rinascita. I tre colori che aprono la fiaba, ad esempio, sono i colori della luna (bianco, rosso, nero) e sono anche i colori delle Triplici Dee del passato. Anche le figure femminili presenti nella storia sono legate alle fasi lunari: la bambina Biancaneve (la luna crescente), la madre Regina (la luna piena) che diventa megera (la luna calante).”

 

Con il patrocinio: Comune di Saronno

 

Informazioni: Dal 12 novembre al 3 dicembre 2016: martedì e  giovedì 15-18. Sabato 15-19. Ingresso libero. Domenica 13 novembre 2016 ore 16 incontro con l’artista. Biancaneve: simboli e riti iniziatici dal libro di Michelangelo Rossato (Il Gioco di Leggere Ed.).  Ingresso libero